Letturalia

Riapertura delle scuole 2020: ecco le date ufficiali

Riapertura delle scuole date ufficiali

L’estate sta finendo e presto gli studenti potranno tornare sui banchi di scuola dopo tanti mesi di assenza a causa del lockdown. Il Ministero dell’Istruzione ha finalmente reso pubblica la data ufficiale del rientro in classe: il 14 settembre 2020.

La riapertura nelle varie regioni d’Italia

Il Ministero dell’Istruzione ha fissato la data d'inizio dell’anno scolastico il 14 settembre 2020 ma lascia alle regioni la possibilità di variare tale data. Stando alle dichiarazioni dei vari sindaci, ci saranno studenti che rientreranno in classe il 7 settembre, altri invece dovranno aspettare il 24 settembre. Ogni regione italiana ha quindi definito un calendario scolastico che parte dal primo giorno di scuola e si conclude con le vacanze estive. Infine, chi rientrerà in classe prima del 20 settembre dovrà affrontare una nuova chiusura per le elezioni e il referendum del 20 e 21 settembre.

Qui di seguito, le date d’inizio dell’anno scolastico per regione:

  • Lombardia: 14 settembre
  • Toscana: 14 settembre
  • Emilia-Romagna: 14 settembre
  • Bolzano: 7 settembre
  • Friuli-Venezia Giulia: 16 settembre
  • Basilicata: 14 settembre
  • Valle d'Aosta: 14 settembre
  • Lazio: 14 settembre
  • Puglia: 24 settembre
  • Umbria: 14 settembre
  • Trentino: 14 settembre
  • Piemonte: 14 settembre
  • Campania: 14 settembre
  • Abruzzo: 14 settembre

Le disposizioni anti-covid per il nuovo anno scolastico

Il nuovo anno scolastico sarà diverso da tutti gli altri a causa dell’odierna situazione di emergenza sanitaria. I ragazzi saranno probabilmente distanziati fra loro e il numero di alunni in classe diminuirà notevolmente. Alcuni istituti scolastici stanno inoltre pensando di effettuare una parte delle lezioni a distanza per ridurre la presenza degli studenti.

Il Ministro dell’Istruzione ha parlato inoltre di ingressi e uscite contingentati. Verso la fine di giugno, si era letto nei vari quotidiani di un'entrata anticipata alle 7 del mattino. Negli ultimi giorni è però arrivata una precisazione dal Comitato Tecnico Scientifico: gli ingressi saranno scaglionati per evitare gli assembramenti ma gli studenti non inizieranno ad entrare alle 7 del mattino. Infine, i sindacati della scuola stanno pensando di accorciare le lezioni a 45 minuti. Se questa proposta passerà, gli studenti che frequentano dal lunedì al venerdì saranno costretti ad andare a scuola anche il sabato. Non resta altro che attendere le disposizioni ufficiali del Ministero dell’Istruzione.